LA QUALITA’
HOME PAGE

ISTITUZIONALE
- La Fondazione
- Presidente e Consiglio
- Lo Statuto
- Amministrazione Trasparente
- Albo On-Line

LA STRUTTURA
- Casa di Riposo per Anziani
- Comunità Alloggio per Disabili
- San Camillo de Lellis a Bolca
- Servizi per Esterni
- Le Rette
- Gli Uffici

CARTA DEI SERVIZI
- Carta dei Servizi
- Impegni della Fondazione
- Standard Qualità
- Download

Concetto di qualità
Da Dicembre 2009 la nostra struttura ha cominciato a formalizzare, con le previste procedure e documentazioni, la strada del miglioramento continuo della qualità, adottando un manuale di gestione redatto in conformità ai principi della legge Regionale 22/02 (autorizzazione ed accreditamento) ed ai requisiti della norma UNI EN ISO 9001:2008. Questo processo, ormai indispensabile, oltre che obbligatorio, ha portato come primo risultato un giudizio favorevole in occasione della visita dell’organismo regionale finalizzata all’accreditamento istituzionale, che è un riconoscimento con cui l’organo sanitario regionale certifica che l’organizzazione ha i requisiti strutturali, professionali ed organizzativi per operare nel settore socio assistenziale.

La carta dei servizi non è solo un’agenda per trovare orari e numeri di telefono della struttura ma anche un “patto con l’utente”, nel senso che in essa sono riportati anche gli impegni dell’organizzazione verso i propri ospiti, i loro familiari e in genere i cittadini che per qualche motivo accedono alla struttura.

Per questo motivo l’organizzazione, nell’ottica del miglioramento continuo della qualità

1) Definisce i propri fattori indicatori e standard di qualità.

- fattori : aspetti rilevanti per la percezione della qualità del servizio da parte dell’utente
- indicatori : variabili quanti/qualitative che registrano un fenomeno indicativo di un fattore di qualità
- standard : valore atteso per ogni indicatore
 
2) Promuove periodicamente la verifica del rispetto degli standard.
 
La qualità percepita
La qualità percepita è misurata periodicamente con questionari di soddisfazione dell’utenza. I risultati verranno pubblicati sul costruendo sito della fondazione oltre che restituiti all’utenza stessa e al personale in forma cartacea.

Obiettivi di miglioramento a breve termine
Gli obiettivi di miglioramento in corso di sviluppo sono:
- collaborare per una maggior apertura al territorio aumentando l’integrazione tra Centro Residenziale, Ulss, Comune promuovendo incontri per identificare obiettivi comuni;
- Ultimazione costruzione piscina terapeutica e nuovo blocco cucine;
- Collegamento reparti Barchessa, corpo centrale, corpo cucine e piscina con ascensore montalettighe.
- legge 22/2002, adeguamento alla normativa per quanto riguarda le strutture ancora da accreditare ai fini del miglioramento della qualità del servizio offerto.

OBIETTIVO GENERALE DELLA POLITICA PER LA QUALITA' DELL'ENTE:
 Garantire agli ospiti il benessere fisico, psichico e sociale offrendo un’assistenza personalizzata, flessibile ed il più possibile adeguata alle diverse esigenze delle persone ospitate.
Gli obbiettivi così formulati sono poi delineati in azioni sui sottoprocessi volte a raggiungere gli obbiettivi stessi, misurabili con indicatori.

OBIETTIVO OBIETTIVI OPERATIVI
STRATEGICO 1
Progettazione personalizzata utilizzando la metodologia del lavoro di gruppo, valorizzando pienamente le professionalità esistenti.
- Obiettivo operativo 1a: celerità e multidisciplinarietà della valutazione e della progettazione all'ingresso

STRATEGICO 2
condividere, come obiettivo principale, il mantenimento o il recupero della salute e dell’autonomia dell’ospite
- Obiettivo operativo 2a: periodicità della valutazione e della progettazione multidisciplinare
- Obiettivo operativo 2b: ottenimento dei risultati programmati con i Progetti Assistenziali o Educativi Individualizzati PAI e PEI
- Obiettivo operativo 3b: ottenimento dei risultati programmati con la programmazione annuale
STRATEGICO 3
Garantire all’ospite una buona qualità di vita e di assistenza
- Obiettivo operativo 3a: miglioramento continuo dei servizi offerti all’ospite
- Obiettivo operativo 3b: attivazione di mirate attività formative per il Personale
STRATEGICO 4
Instaurare tra personale, ospiti e familiari un clima sereno, collaborante e attento al rapporto umano
- Obiettivo operativo 4a: condivisione con l’ospite e/o il parente referente dell'azione svolta da ciascun operatore della Struttura con il PAI o il PEI
- Obiettivo operativo 4b: attivazione di diverse forme di rilevazione del grado di soddisfazione dell’Ospite, dei Familiari e degli Operatori, in merito alla gestione dei servizi
- Obiettivo operativo 4c: promozione di una immagine positiva e realistica della Struttura